IL SOLE 24 ORE DEL 20 MAGGIO 2010 :: Viaggio a Saragozza, nel regno dell’arte mudejar ++ IMMAGINI

 

 

IL SOLE 24 ORE DEL 20 MAGGIO 2010

https://st.ilsole24ore.com/art/viaggi/2010-05-19/viaggio-saragozza-regno-arte-mudejar-152326.shtml?uuid=AD4zp29&refresh_ce=1

 

 

MOSTRE & EVENTI

Viaggio a Saragozza, nel regno dell’arte mudejar

  • 20 maggio 2010

La torre della chiesa di Santa María Magdalena con vista su quella di Nostra Signora del Pilar © MarkaLa torre della chiesa di Santa María Magdalena con vista su quella di Nostra Signora del Pilar © Marka

Chiesa di Santa Maria Maddalena, Saragozza, Aragona, Spagna Foto stock -  Alamy

DETTAGLIO

 

La olvidada restauración del interior de La Magdalena | El blog de Chesús  Yuste

CHIESA DI SANTA MARIA MAGDALENA

 

 

 

 

San Gil Immagini e Fotos Stock - Alamy

CHIESA DI SAN GIL

 

Passeggiando fra i vicoli e le piazzette del centro storico di Saragozza, si nota un’architettura del tutto originale. Il campanile romanico della chiesa di San Gil, sulla Don Jaime I, o quello della chiesa di Santa Maria Magdalena in fondo a calle Mayor, per fare due esempi, sono decorati con motivi geometrici formati da mattoni e ceramiche e maioliche smaltate.

È l’arte mudejar, opera delle omonime maestranze musulmane a partire dal XII secolo. I mudejar, i musulmani che rimasero nella penisola iberica anche durante la Reconquista, mantennero il diritto di professare la loro religione in cambio di una tassa fino al 1526, quando, costretti a convertirsi al cristianesimo, divennero moriscos, fino alla cacciata del 1610.

L’arte mudejar è il frutto di questo meticciato forzato: l’ultima, ma non la sola, testimonianza dell’epoca musulmana a Saragozza

Il Palazzo della Aljaferia, Saragozza a Saragozza: 99 opinioni e 498 foto

CASTILLO DE LA ALJAFERIA EDIFICATO NELLA SECONDA META’ DEL SECOLO IX

 

 

WLM14ES - Zaragoza La Aljafería 00542 - .jpg

Turol Jones

 

LA TORRE DEI TROVADORI

ecelan

 

Castello dell'Aljafería | castlesintheworld

 

Il Castillo de la Aljafería fu per esempio edificato da Abu Yafar, re dell’allora Saraqusta.

La piccola Moschea nella parte araba dell'Aljaferia © Andrea LessonaLa piccola Moschea nella parte araba dell’Aljaferia © Andrea Lessona

Il salone Dorato nella parte araba dell'Aljaferia © Andrea Lessona

Il salone Dorato nella parte araba dell’Aljaferia © Andrea Lessona

La piccola moschea dell’XI secolo, con le stuccature a fogliame, è un capolavoro poco celebrato. I frammenti pittorici dai colori vivaci e due sure del Corano in gesso dorato sono stati ben conservati dal grasso del cibo delle truppe spagnole che l’avevano trasformata in cucina. I regnanti cattolici Ferdinando di Aragona e Isabella di Castiglia vollero invece aggiungere il salone del trono con soffitto di legno dorato e policromo, in un trionfo di frecce e gioghi più tardi adottati dal franchismo. E se le citazioni cattoliche sono ancora pacate in piazzette come la San Felipe – su cui si affacciano l’omonima chiesa barocca e il Palacio de Argillo che ospita le sculture cubiste dell’amico di Picasso, Pablo Gargallo –, diventano plateali nell’enorme plaza del Pilar che dà le spalle al fiume Ebro.

 

L'abside esterno de La Seo, la cattedrale di Saragozza © Andrea Lessona

ABSIDE ESTERNA DELLA SEO, LA CATTEDRALE DI SARAGOZZA

Il campanile de La Seo, la cattedrale di Saragozza © Andrea Lessona

IL CAMPANILE DELLA SEO ( = sede )

 

La cattedrale sorge sul sito dell’antico foro romano di Augusto e della moschea maggiore della Taifa( regno )  di Saragozza, del cui minareto perdura l’impronta nella torre attuale.

 

Fachada de La Seo (4-2007).jpg

FACCIATA DELLA SEO

Escarlati – Opera propria

 

 

Spain Zaragoza La Seo Mudejar Immagini e Fotos Stock - Alamy

UNA PARETE DELLA SEO DELLA PARTE MUDEJAR

 

 

Saragozza | Le 10 cose più importanti da fare e vedere a Saragozza

LA BASILICA DI NOSTRA SIGNORA DEL PILAR

 

 

Qui, la grande basilica conserva il Pilar, una colonna di pietra alta un metro e 77 centimetri che, secondo la leggenda, sarebbe stata portata dagli angeli il 2 gennaio del 40 d.C. nel luogo in cui Maria, ancora vivente, era apparsa a San Giacomo di Compostela. Un simbolo importante per tutto il mondo ispanico, 35 milioni di fedeli dal Messico alle Filippine rappresentati dalle bandiere nell’interno della chiesa e dalla Fuente de la Hispanidad sulla grande piazza antistante. La festa della Vergine del Pilar coincide invece, per scelta secentesca, con quella che celebra la scoperta dell’America, il 12 ottobre. Una ricorrenza che attira ogni anno migliaia di fedeli da tutto il mondo. Per saperne di più e per organizzare il vostro viaggio consultate la pagina degli indirizzi

Saragozza, indirizzi utili
https://st.ilsole24ore.com/art/viaggi/2010-05-19/saragozza-indirizzi-utili-152416.shtml

 

Madrid, le ultime tendenze si trovano a Triball
https://st.ilsole24ore.com/art/viaggi/2010-04-08/madrid-ultime-tendenze-si-trovano-triball-112504.shtml

 

Condividi

One Response to IL SOLE 24 ORE DEL 20 MAGGIO 2010 :: Viaggio a Saragozza, nel regno dell’arte mudejar ++ IMMAGINI

  1. Donatella scrive:

    Che meraviglia quando più culture si incontrano, dando vita a nuove mirabili forme.

Rispondi a Donatella Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *