UN FOTOGRAFO INGLESE NATO IN UNGHERIA E SCAPPATO A LONDRA POCO PRIMA DELLA CHIUSURA DEI CONFINI NELL’ESTATE DEL 1939 :: MICHAEL PETO ( Bata, Ungheria, 1918- 1970 )

1

 

 

L’uomo la raccolta di sale marino, India, 1967

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Autoritratto, 1948

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

L’Università di Dundee Archive Services è la custode dell’intero lavoro fotografico – circa 130.000 stampe e negativi – del fotografo Michael Peto.

Báta – Veduta

Báta è un comune dell’Ungheria centro-meridionale di 1767 abitanti (dati 2008). È situato nella provincia di Tolna.

 

Nato a Báta, Ungheria, Peto Mihály era figlio di un negoziante del villaggio. Si trasferì a Budapest negli anni ’30 dove fu coinvolto nel movimento artigianale ungherese.  Si stava anche costruendo una carriera come poeta e giornalista. Allertato da un membro della famiglia a Londra per la minaccia nazista, Peto lasciò l’Ungheria per il Regno Unito con sua moglie e suo figlio solo tre settimane prima della chiusura dei confini nell’estate del 1939.

Auto ritratto

Durante la seconda guerra mondiale, Michael Peto fu segretario personale del conte Milhály Károlyi che progettò un’Ungheria socialista neo-democratica dopo la liberazione della loro patria; non prevedevano il dominio del dopoguerra da parte dell’URSS.
Peto è stato anche impiegato come scrittore per il Ministero del Lavoro, utilizzando una fotocamera Leica per illustrare i suoi articoli.
Portato alla National Gallery dal suo buon amico e collega ungherese, l’artista Josef Herman, ha visto quella che ha descritto come ” l’ umanità dell’uomo” e si rese conto che la fotografia gli offriva una maggiore opportunità di espressione creativa rispetto alla letteratura. Successivamente, ha sviluppato le sue abilità fotografiche e grafiche con l’assistenza di Ervin Marton, un altro fotografo della diaspora ebraico-ungherese. Alla fine degli anni ’40, Peto divenne un fotoreporter, il suo primo lavoro pubblicato apparve su  The Observer .

Michael Peto ha viaggiato in Europa e in Asia fotografando temi sociali, personaggi politici e artisti del mondo dell’arte. Per oltre vent’anni Peto ha registrato eventi di cronaca oltre a produrre sequenze fotografiche più riflessive, in particolare dietro le quinte di balletti, musica pop e teatro.
Ha anche catturato le vite e gli ambienti delle persone comuni. Le sue fotografie delle comunità minerarie gallesi, della vita dei villaggi indiani o dei portatori di Billingsgate dimostrano l’attenzione di Peto sulla forma umana nel suo ambiente naturale.

Il lavoro di Michael Peto è stato esposto in tutta Europa e ha collaborato a molte pubblicazioni professionali, giornalistiche e cosmopolite. Le medaglie vinte per le sue fotografie testimoniano il suo stile e la sua abilità. L’influenza di Peto dall’inizio della sua carriera fotografica è stata descritta da Herman come un’affermazione di ” una singolarità di stile “.

Michael Peto morì il giorno di Natale del 1970, all’età di 62 anni.

da:

University of Dundee, dove sono conservate le fotografie di  Michael Peto

https://www.dundee.ac.uk/archives/thecollections/peto/michaelpeto/

Start your UK degree in January with the University of Dundee » YNaija

DUNDEE IN SCOZIA

Dundee Placed In Worlds Top 100 For Research Quality : News : University of Dundee

UNO DEI MOLTO EDIFICI DELL’UNIVERSITA’ DI DUNDEE

Artdreamguide: Regno Unito. Carta geografica delle città del Regno Unito

DUNDEE E’ LASSU’ AL NORD

 

 

 

 

 QUALCHE OPERA  : 

Nelson Mandela nella casa di Oliver Tambo nel nord di Londra nel 1962, due mesi prima che fosse arrestato e imprigionato

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

 

Elizabeth Taylor con Richard Burton mentre registrava Under Milk Wood agli studi radiofonici della BBC nel 1963

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Samuel Beckett a casa nel suo appartamento di Parigi nel 1961

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Allevatore di pappagallini  Nottingham, 1965 circa

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Vanessa Redgrave, 1969

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Louis Armstrong alla Empress Hall di Londra nel 1956 (visitò anche Glasgow quell’anno, dove gli fu fatto un kilt in tartan Armstrong);

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

 

Bambino, Camden Town, Londra, 1954

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Iris Murdoch nel 1962, durante la pubblicazione del suo romanzo ‘An Unofficial Rose’

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

Margot Fonteyn e Rudolf Nureyev nel 1962 durante le prove di ‘Giselle’ – la loro prima esibizione insieme al Covent Garden

Fotografia: Michael Peto / © University Of Dundee, The Peto Collection

tutte le foto sopra da

THE GUARDIAN, 8 SETTEMBRE 2013

https://www.theguardian.com/artanddesign/gallery/2013/sep/08/michael-peto-archive-in-pictures

Cup3Tint3: Michael Peto

scena di strada, DUNDEE, 1959

 

 

 

Peto Michael | 3 works; Portraits d'un jeune garçon, d'une famille et d'une jeune fille en costume traditionnel (Circa 1950) | MutualArt

 

 

Michael Peto. Jobless in Dundee. 1959 | Imgware

DISOCCIPATO, DUNDEE, 1959

 

 

 

 

 

Observer picture archive: a bummaree, 22 January 1956 | Photography | The Guardian

UN FACCHINO SI RIPOSA NEL MERCATO DI CARNE DI SMITHFIELD A LONDRA, 1956

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *