— dedicato al nostro caro Nemo ! —ILARIA VENTURI, Patrick Zaki “patrimonio dell’umanità”: la mostra sotto i portici a Bologna per il suo compleanno – BOLOGNA.REPUBBLICA DEL 31 MAGGIO 2021-

 

 

BOLOGNA.REPUBBLICA DEL 31 MAGGIO 2021

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2021/05/31/news/
patrick_zaki_patrimonio_dell_umanita_la_mostra_
sotto_i_portici_a_bologna-303632306/

 

Patrick Zaki “patrimonio dell’umanità”: la mostra sotto i portici a Bologna per il suo compleanno

di Ilaria Venturi

 

50 gigantografie di detenuti politici visibili dal 16 giugno, quando lo studente in carcere in Egitto compirà 30 anni. Un’iniziativa delle Sardine, Amnesty, Università e Comune 

 

BOLOGNA – Dal giorno del suo compleanno, il 16 giugno – Patrick compirà 30 anni nella prigione di Tora, al Cairo – apparirà la sua gigantografia sotto i portici a Bologna, da Porta Saragozza all’arco del Meloncello. Insieme a quella di altri 50 detenuti politici nel mondo.

 

E’ il progetto “Patrick Patrimonio dell’Umanità” promosso dalle Sardine, Amnesty International, Comune e Università, con il gruppo “Station to station”, che ha lanciato la petizione per chiedere che gli sia riconosciuta la cittadinanza italiana, e la Coop.

 

“Ormai il suo caso è oltre il suo caso – spiegano i promotori – Lui può essere la voce di tanti altri prigionieri egiziani e non solo”. Partendo quindi dal suo ritratto e da quelli persone nelle sue stesse condizioni di ingiustizia, ognuno di loro avvolto nel filo spinato, si vuole proporre a chi passa, anche solo per salire al santuario San Luca, luogo caro ai bolognesi, una riflessione. Per non dimenticare: Patrick è in carcere dal 7 febbraio dello scorso anno, domani è attesa l’ennesima udienza. Fino ad oggi la detenzione preventiva è stata prolungata senza motivazione prima di 15 giorni, ora di 45 giorni alla volta.

 

VEDI ANCHE :

Di Maio: per aiutare Zaky meglio il silenzio. Ma è polemica per la cautela del ministro
https://www.repubblica.it/esteri/2021/05/07/news/patrick_zaki_egitto_polemiche_di_maio_aria_che_tira_amnesty-299851081/

di Ilaria Venturi0  7 Maggio 2021

 

“Patrick è in carcere da 15 mesi senza avere nessuna colpa se non quella di difendere i diritti umani in un Paese dove non sono tollerati – scrive su Facebook il deputato di LeU Erasmo Palazzotto – Il 16 giugno compirà trent’anni. Quanti altri giorni di festa, quanti altri giorni di studio, quanti altri giorni di vita devono essere rubati a Patrick?”

 

VIDEO, 24 minuti ca– ” ASPETTANDO ZAKI “

https://www.repubblica.it/esteri/2021/05/07/news/patrick_zaki_egitto_polemiche_di_maio_aria_che_tira_amnesty-299851081/

 

 

 

Il suo caso, ricorda Amnesty International, non è il solo. Da Sanaa Seif, la regista egiziana condannata a un anno e mezzo di carcere a causa delle sue critiche al governo fino a Idil Eser, difensora dei diritti umani in Turchia accusata di terrorismo, a Aleksei Navalny, in carcere in Russia per aver denunciato la corruzione, sino ad Ahmadreza Djalali, a rischio di esecuzione in Iran per una falsa accusa di spionaggio. E così tanti altri. Un elenco lunghissimo, troppo lungo.

 

 

 

 

 

 

Ci sono anche Germain Rukuki, condannato in Burundi a 34 anni per aver promosso una campagna contro la tortura, Myrat Orazgeldiyev, obiettore di coscienza in Turkmenistan, condannato a due anni per aver rifiutato di svolgere il servizio militare, Samar Badawi in attesa di processo in Arabia Saudita per aver difeso i diritti delle donne, Perhat Tursun, scrittore, detenuto in Cina dal 2018 in un campo di rieducazione per aver difeso i diritti degli Uiguri.

 

E ancora: il giornalista turco Mehmet Baransu, condannato a 19 anni e sei mesi a causa dei contenuti dei suoi articoli, Nasrin Sotoudeh, avvocata condannata a 17 anni e mezzo in Iran per aver difeso prigionieri di coscienza e condannati a morte, e Yasaman Aryani, condannata a nove anni e sei mesi per aver preso parte in Iran alla campagna contro l’obbligo di indossare il velo in pubblico.

 

I loro volti sono stati disegnati dall’artista Gianluca Costantini. Le loro storie, in breve, saranno riportate accanto.

 

 

 

 

La scelta è quella di unire due patrimoni, tra l’altro quello dei portici attende di essere dichiarato tale dall’Unesco: “quello della bellezza artistica e quello delle libertà inviolabili della persona. Due patrimoni di uguale valore, che si ritrovano a Bologna per mandare un messaggio universale di libertà, bellezza e giustizia”.

 

Commenta Riccardo Noury, voce di Amnesty: “E’ un’idea bellissima, è come se i fratelli e le sorelle di Patrick nell’ingiustizia e nella sofferenza si riunissero nel luogo che lui adora. C’è una tenuissisma speranza, ma a quella non ci rinunciamo, che il 16 giugno Patrick passeggi nella città che lo ha adottato celebrando il trentesimo compleanno e vedendo quella mostra”.

 

 

Zaki, la lettera per Liliana Segre

Patrick Zaki ha scritto una lettera alla senatrice Liliana Segre, per ringraziarla per il suo amore e sostegno. La senatrice ha firmato la richiesta di cittadinanza italiana per lui. Tuttavia Patrick ha preferito non consegnarla alla madre e alla fidanzata che sabato scorso hanno potuto fargli visita in carcere: ha infatti deciso di tenerla con sé per consegnargliela a mano quando tornerà in Italia. Durante la visita in carcere, a quanto riferisce la rete degli attivisti che si batte per la sua liberazione, ha dato alle due donne dei succhi di frutta per idratarsi perché conosce i problemi delle visite quando c’è un clima così caldo.

 

 

Senato, approvato l’ordine del giorno per la cittadinanza italiana a Patrick Zaki. Fdi si astiene. Liliana Segre in Aula
https://www.repubblica.it/politica/2021/04/14/news/senato_zaki_voto_mozione_cittadinanza_italiana-296409447/

di Laura Mari

14 Aprile 2021

 

 

 

Ha consegnato alla madre e alla fidanzata anche due regali fatti a mano con il sapone: una chiesa per sua madre, il nome inciso per la fidanzata. Zaki è stato informato della data della prossima udienza, ma non ha mostrato alcun interesse, convinto che non lo faranno uscire. “Tuttavia – dicono gli attivisti – è ancora forte e resiliente, è positivo e pensa che tornerà ai suoi studi presto. Manda il suo amore, la sua gratitudine e il suo apprezzamento ad amici, insegnanti e alla sua università per il loro continuo sostegno”.

 

 

 

Condividi

2 Responses to — dedicato al nostro caro Nemo ! —ILARIA VENTURI, Patrick Zaki “patrimonio dell’umanità”: la mostra sotto i portici a Bologna per il suo compleanno – BOLOGNA.REPUBBLICA DEL 31 MAGGIO 2021-

  1. giorgio loreti scrive:

    Tristissimo fatto che conferma quanta brutalità serva ai dittatori per mantenere il potere. Bella e doverosa solidarietà di Bologna ( e non solo) per Zaki. Grazie, cara Chiara, per la ‘dedica’. Un abbraccio da Nemo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *