Lascia ch’io pianga, canta Patricia Petibon- di Georg Friedrich Händel (Halle, Germania, 1685 – Londra, 1759) — Aria dal 2° atto dell’opera ” Rinaldo ” ( 1711) – testo dentro

 

 

Haendel in un ritratto della seconda meta’ del ‘700 — di autore sconosciuto

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lascia ch’io pianga, canta Patricia Petibon- di Georg Friedrich Händel (Halle, Germania, 1685 – Londra, 1759) — Aria dal 2° atto dell’opera ” Rinaldo ” ( 1711) – testo dentro

  1. Cronaca con epitaffio

    Se non fosse stato
    Per il poliziotto grasso
    Il manganello puntato
    Sul cranio spaccato
    Saresti finita sul marciapiede
    A dare lezioni di solitudine

    Cosi pensarono i benpensanti
    E si misero l’animo in pace.

    Ad una riunione
    Di contestazione globale
    O solamente sindacale
    Polizia fascista e stato boia
    Gioventù comunista
    Filomarxista o maoista
    O chi diavolo chissà chi

    Due morti cinquantatré feriti
    Trecento carcerati e tutti liberati
    Son rimasti due morti

    E tu
    Saresti finita sul marciapiede
    A dare lezioni di solitudine
    A chi la solitudine la conosce già

    Pensarono i soliti benpensanti solitari
    Nei loro loculi
    Mettendosi l’animo in pace.

    1968

    fanne quello che vuoi ma dimmi che l’hai trovata

  2. ueue scrive:

    Bella la poesia di Roberto, che in qualche modo ci sta con la musica di Handel “Lascia ch’ io pianga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.