UN BILANCIO DELLA SITUAZIONE SUL CAMPO AL 24 MAGGIO FATTO BENE : 24 PLUS. IL SOLE 24 ORE.COM — 24 MAGGIO 2022

 

24 PLUS. IL SOLE 24 ORE.COM — 24 MAGGIO 2022

https://24plus.ilsole24ore.com/art/ucraina-mappa-russia-guerra-AEbmvwNB

 

24 maggio 2022 – Tre mesi di guerra in Ucraina. Così le truppe russe avanzano nel Donbass

La guerra in Ucraina è arrivata al suo terzo mese. Dopo 90 giorni di combattimenti, la situazione sul campo rimane ancora incerta anche se nel Donbass si registrano costanti avanzamenti di qualche chilometro da parte dell’esercito russo.

Per quanto non si tratti di uno sfondamento, è un primo segnale che le difese ucraine ad est iniziano a scricchiolare. Tanto che sono stati fatti saltare più ponti nell’oblast di Luhansk per cercare di rallentare l’avanzata russa. Sempre in quest’ottica si può leggere la decisione a sorpresa di Zelensky di cambiare il numero uno della Territoriale (la componente che integra l’esercito ufficiale di Kiev): un tentativo di dare una svolta a questi reparti che, per mancanza di equipaggiamento moderno e addestramento adeguato, si stanno dimostrando l’anello debole delle difese ucraine nel Donbass.

 

I MOVIMENTI DELLE TRUPPE RUSSE

Fonte: Institute for the Study of War

Dopo aver conquistato le città di Rubizhne e Popasna, il principale target russo è ora Severodonetsk. La città è accerchiata dalle milizie separatiste filorusse, dai contingenti russi che si sono ritirati dalla regione di Kharkiv e da quelli impegnati nelle passate settimane nell’assedio di Mariupol.

Secondo il governatore della regione, il rischio è che Severodonetsk possa fare la fine proprio di Mariupol visto che i russi stanno facendo “terra bruciata, distruggendo deliberatamente la città”.

Qualora dovesse cadere, l’intera regione di Luhansk finirebbe sotto l’occupazione russa. Ad oggi Mosca afferma di averne il controllo per l’80-90%: un netto avanzamento rispetto ai confini pre-guerra della Repubblica Popolare di Lugansk che copriva il 60% della regione. Allo stesso modo, nell’oblast di Donetsk, il controllo territoriale russo è passato dal 30% prima del 24 febbraio all’attuale 54%.

Progressi indirettamente riconosciuti anche dallo stesso Zelensky che ha ieri ammesso che “la situazione nel Donbass è estremamente difficile” e che ogni giorno l’esercito ucraino perde su questo fronte fino a 100 soldati. Raramente Kiev fornisce numeri sui propri caduti. L’ultima dichiarazione ufficiale in tal senso era datata 16 aprile.

Nelle parole di Zelensky sembra quindi potersi riscontrare una minore fiducia sull’andamento della guerra rispetto anche solo alle dichiarazioni della settimana scorsa. Quando sull’onda dell’entusiasmo per il successo della controffensiva a Kharkiv, il ministro degli esteri ucraino Kuleba indicava cosa potesse essere considerato da Kiev una vittoria: la cacciata dei russi da tutto il suo territorio, comprese le aree occupate nel 2014. Potrebbe poi non essere una coincidenza la tempistica di certe dichiarazioni di difficoltà sul fronte.

Poche ore più tardi si è infatti tenuto l’incontro virtuale tra i Ministri delle Difesa dei 44 paesi del “Gruppo consultivo di supporto all’Ucraina” che si erano già incontrati a Ramstein il mese scorso. Se in occasione di quel vertice Kiev incassò la decisione della Germania di fornirle armi pesanti, questa volta strappa agli alleati la promessa di ricevere razzi a lunga gittata.

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

1 risposta a UN BILANCIO DELLA SITUAZIONE SUL CAMPO AL 24 MAGGIO FATTO BENE : 24 PLUS. IL SOLE 24 ORE.COM — 24 MAGGIO 2022

  1. ueue scrive:

    E’ terribile pensare al numero delle vittime e al dolore provocato da questa terribile guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.