.ore 19:05 NEI TUOI PANNI ? NO, GRAZIE! L’EMPATIA RIPRESA DA GILBERTO CORBELLINI ED ELISABETTA SIRGIOVANNI … IL SOLE 24 DI DOMENICA SCORSA (IERI) —quando ormai c’eravamo planati sull’esistenza dei NEURONI SPECCHIO scoperti in italia dal gruppo Rizzolati

 

giacomo rizzolati

 

se vuoi, vai a questo link del nostro blog—che bravi che siamo!

https://www.neldeliriononeromaisola.it/2014/06/85732/

 

 

gilberto corbellini—cadeo, 1958

Cadeo è in provincia di Piacenza, Emilia Romagna

notizie sull’autore al fondo–


 

ELISABETTA  SIRGIOVANNI, VEDI AL FONDO

 

Nei tuoi panni? No, grazie

 

di Gilberto Corbellini ed Elisabetta Sirgiovanni

21 giugno 2015

 

 

IN QUESTO ARTICOLO

Argomenti: Sally Wheelwright | Università di Yale | Adam Smith | David Hume | E. Lecaldano | Robert Vischer | Jeremy Rifkin | Raffaello Cortina Editore | Edward Titchener

 

 

Marina Abramović & Ulay – The Other: Rest Energy (1980)

 

—guardiamo insieme l’incomprensibile che ti fa sentire fuori-mondo: noi o loro! Pian piano tutto va a posto nel puzzle del nostro cervello…

https://www.youtube.com/watch?v=QcaaVZrUC44

 

 

 

Empatia: una parola ormai in bocca a tutti. È inspiegabilmente il fiero marchio di commistione tra scienze umane e scienze sperimentali, soprattutto in ambiti clinici e sociali. La cosiddetta medicina narrativa si regge solo sull’assunto che l’empatia sia qualcosa di reale. Un istrione come Jeremy Rifkin – e non lui solo – anela a una civiltà dell’empatia. Sic! Ma, secondo i contesti e di chi lo usa, il termine ha i significati più disparati, molti dei quali oscuri. Di cosa si sta allora parlando? Anche volendo limitarci alla ristretta accezione con cui compare nella letteratura specialistica, cioè la capacità di entrare in risonanza con le emozioni di un altro, l’empatia, noi pensiamo, non esiste.

Certamente non per come l’hanno immaginata fenomenologi e psicoanalisti dalla sua…

 

se hai voglia, continua nel link:

 

http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2015-06-21/nei-tuoi-panni-no-grazie-081408.shtml?uuid=AC8QsRE

 

 

 

Chi è Gilberto Corbellini

Gilberto Corbellini è professore ordinario di storia della medicina e docente di bioetica presso l’Università di Roma – Sapienza. E’ co-direttore della rivista “Darwin” e co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni. Già membro del Comitato Nazionale di Bioetica, ha studiato diversi aspetti dello sviluppo storico, epistemologico ed etico delle scienze bioemediche nel XX secolo, e le sue pubblicazioni spaziano dalla storia delle immunoscienze e delle neuroscienze alla storia della malaria e della malariologia, alla storia della biologia molecolare, ai presupposti storico-epistemologici della medicina evoluzionistica, alle dimensioni bioetiche delle bioetecnologie molecolari e della ricerca biomedica, nonché all’impatto della bioetica sulla percezione pubblica della biomedicina e della biotecnologie. E’ autore di quattro libri, curatore di diversi volumi e ha scritto decine di saggi su riviste nazionali e internazionali. Collabora con il supplemento Domenica del Sole 24 Ore. Di prossima pubblicazione presso l’editore Longanesi, Perché gli scienziati non sono pericolosi. Scienza, politica e democrazia.

– See more at: http://www.associazionelucacoscioni.it/chi-gilberto-corbellini#sthash.RXSiOtvR.dpuf

 

 

Elisabetta Sirgiovanni è ricercatore in Neuroetica presso il CNR – Unità di Etica della ricerca, bioetica, biodiritto e biopolitica. Collabora con l’Unità di Storia della Medicina e Bioetica della Sapienza Università di Roma. È dottore di ricerca in Scienze Cognitive e ha pubblicato articoli scientifici e saggi nell’ambito della neuroetica e della filosofia delle neuroscienze cognitive.

TUTTA COLPA DEL CERVELLO

Ha scritto con Gilberto Corbellini il testo:  “TUTTA COLPA DEL CERVELLO” –EDITO DA MONDADORI

 

 

02 CORBELLINI E SIRGIOVANNI

 

Gilberto Corbellini, storico della medicina, e Elisabetta Sirgiovanni, ricercatrice del CNR, si sono classificati al secondo posto con il libro “Tutta colpa del cervello: Un’introduzione alla neuroetica“, pubblicato da Mondadori Università.

Premio di Divulgazione Scientifica 2014. La premiazione

 

 

SE VI INTERESSA GUARDARE LA CERIMONIA DELLA PREMIAZIONE IN FOTO, VEDRETE UNA QUANTITA’ DI PERSONE CHE STUDIANO E RICERCANO—A NOI COMPLETAMENTE ESTRANEE—A NOI, PUTROPPO, MA PURTROPPO ANCHE PER LORO PERCHE’ LA SCIENZA E’ UNA COSA VIVA PERCHE’ ESISTIAMO NOI CHE LA FONDIAMO NEL NOSTRO VISSUTO —SENZA QUESTO “NOI”, RIMARREBBE PURA  ABRACADRABA—ARBITRALE–


http://www.scienze-ricerche.it/?p=1884

 

 

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.