Khatia Buniatishvili suona :: Rachmaninov – Piano Concerto No.2 (Tempo II. Adagio sostenuto) Orchestre Direction Jérôme Pillement– Un Violon sur le sable Royan 2017

 

Immagine correlata

 

 

Risultati immagini per royan france

 

Risultati immagini per royan france

vista aerea di Royan, France

 

Un violon sur le sable est un festival de musique symphonique se déroulant chaque année sur la plage de la Grande-Conche, à Royan, en France. Créé en 1987 par Philippe Tranchet et organisé par la Production 114, il a traditionnellement lieu à la fin du mois de juillet, et s’étale sur trois jours depuis 1999. Chaque concert accueille en moyenne 40 000 spectateurs, pour une fréquentation globale d’environ 100 000 personnes durant la période du festival

 

 

 

Concerto per pianoforte n. 2 in do minore, op. 18

Musica: Sergej Rachmaninov (1873 – 1943)

  1. Moderato
  2. Adagio sostenuto
  3. Allegro scherzando

Organico: pianoforte solista, 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, 3 tromboni, basso tuba, timpani, piatti, grancassa, archi
Composizione: autunno 1900 – 4 maggio 1901
Prima esecuzione: Mosca, Sala della Nobiltà, 15 Dicembre 1900 (solo 2° e 3° movimento), Società Filarmonica di Mosca, 9 Novembre 1901 (esecuzione completa)
Dedica: N. Dahl

 

 

 

Tempo II – Adagio sostenuto. Il brano si apre con un’introduzione orchestrale sulla quale entra il pianoforte che avvia la prima parte. Il tema è dialogato prima tra flauto e clarinetto su arpeggi del pianoforte, poi passa al solista con un’inversione delle parti (arpeggi al clarinetto), e quindi nella chiusa sognante ai violini primi (gli arpeggi tornano al pianoforte). La parte centrale (Un poco più mosso) si apre con un’elaborazione pianistica del tema cui si abbina un controcanto dei legni, finché la frase tematica torna al clarinetto sollecitando un’articolata risposta del solista ed un episodio di natura divagante. Segue una transizione (Più animato) per pianoforte solo basata sullo stesso frammento tematico. E’ poi la volta di un episodio virtuosistico (Più mosso) che elabora alcuni motivi tematici con accompagnamento orchestrale, e culmina attraverso una fermata in una sgargiante cadenza pianistica. Nella ripresa della prima parte (Adagio sostenuto) il tema è affidato ai violini sui caratteristici arpeggi del pianoforte. Conclude una coda sontuosa in cui l’ampia frase cantabile dei violini è accompagnata da accordi e arpeggi (pianoforte), note tenute (corni e bassi) e ancora arpeggi (flauti e clarinetti).

 

 

FLAMINIO ONLINE —

Il sito italiano della Musica Classica

https://www.flaminioonline.it/Guide/Rachmaninov/Rachmaninov-Concerto2.html

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.