LA BELLISSIMA CATTEDRALE DI ANAGNI ( FROSINONE ) E IL VIDEO DELLA CRIPTA -” LA CAPPELLA SISTINA DEL MEDIOEVO ” – 29 minuti

 

 

 

 

 

 

Italia nell’Arte Medievale : Il Lazio

 

 

 

 

Esiste un'identità del Lazio? Indagine del Censis - Latina24ore.it

LAZIO CON FROSINONE

 

 

 

 

Anni '90. Il TAV corre sul territorio di Ceccano

ANANGNI IN PROVINCIA DI FROSINONE

 

 

 

 

 

 

LA CATTEDRALE DI ANAGNI – FROSINONE

 

 

 

Image

LA CATTEDRALE DI ANANGNI

 

La basilica cattedrale di Santa Maria Annunziata è il principale luogo di culto cattolico di Anagni, in provincia di Frosinone.

La costruzione della Cattedrale risale agli anni 1072-1104 ad opera del vescovo Pietro da Salerno e per la munificenza dell’imperatore d’oriente Michele VII Ducas. La Cattedrale è di stile romanico mentre, nell’interno, si presenta in gotico lombardo dopo il restauro del 1250 da parte del vescovo Pandolfo che fece sostituire le capriate in legno della navata centrale e del transetto con archi gotici. La frequente presenza dei pontefici in Anagni spiega perché la Cattedrale fu sede di importanti fatti storici come il “pactum anagninum” (trattativa tra il Papato e l’Impero) e la canonizzazione di San Bernardo di Chiaravalle, Santa Chiara d’Assisi, Edoardo il Confessore re d’Inghilterra e San Pietro eremita patrono di Trevi nel Lazio. In essa furono anche comminate le scomuniche contro l’antipapa Ottaviano Monticelli (Vittore IV) e contro gli imperatori Federico Barbarossa (24 marzo 1160), Federico II e Manfredi.

 

 

 

File:Facade et campanile cathédrale Santa-Maria d'Anagni.JPG

LA FACCIATA E IL CAMPANILE

 

DA :

https://it.wikipedia.org/wiki/File:Facade_et_campanile_cath%C3%A9drale_Santa-Maria_d%27Anagni.JPG

 

 

LA FACCIATA

 

 

 

 

 

Anagni, Cattedrale di Santa Maria e la Cripta

 

FIANCO SINISTRO

 

 

 

 

 

ESTERNO DELL’ABSIDE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STATUA DI BONIFACIO VIII

 

 

 

 

 

 

Interessante è l’espressione volutamente caricaturale degli animali che costituiscono l’ornamentazione del portale.

 

 

 

 

 

CAMPANILE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FOTO CARLO RIBAUDO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le navate conservano il pavimento eseguito da Cosma tra il 1224 ed il 1227. Nella navata il percorso verso l’altare è definito da una serie continua di cinque rotae unite da nastri. La zona presbiteriale, rialzata su un basso gradino, è decorata da due serie di tre rotae allineate separate da una composizione in cui il cerchio centrale è racchiuso da un quadrato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ai lati del percorso centrale si allineano elementi di forma rettangolare, i “tappeti di preghiera”, che nelle navate laterali sono intercalati da poche rotae.

 

 

 

 

 

Nel prebiterio si conservano gli arredi che furono eseguiti intorno al 1250. Lo spazio sacro è isolato da transenne marmoree con intarsi cosmateschi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sull’altare si trova il ciborio, di tipo romano con multiple loggette su colonnine sovrapposte.

 

 

 

 

 

 

Particolare del ciborio e della colonna del cero pasquale

antmoose – Flickr

WIKIPEDIA

 

 

 

 

 

 

Alla bottega del Vassalletto possono essere attribuite la candelabro pasquale e la sede vescovile

 

LA CATTEDRA

 

 

 

Ljuba brank – Opera propria – WIKIPEDIA

 

 

 

 

 

 

Il candelabro consta di una colonna tortile ricoperta con tarsie, poggiante su una base sorretta da sfingi e da un telamone che sorregge il sostegno del cero.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

l pavimento cosmatesco si estende anche alla superficie dietro l’altare.

Di fronte a quest’ultimo si apre la fenestrella confessionis.

 

 

 

 

 

 

Sulla sinistra della navata si apre la cappella Cajetani, costruita alla fine del XIII secolo per ospitare i resti di autorevoli membri della famiglia cui apparteneva Bonifacio VIII.

Si tratta di una struttura cuspidata su colonnine e pinnacoli che ricopre due sarcofaghi decorati con lo stemma dei Cajetani e con altri disegni cosmateschi. Di fronte, l’altare parallelepipedo con colonnine angolari.

 

 

 

 

Si segnala, pur non potendo riportare le immagini, quello che è il tesoro della cattedrale, cioé il ciclo degli affreschi della cripta, eseguito tra il 1231 ed il 1250 da almeno tre “Maestri”.

Gli affreschi possono essere raccolti in tre nuclei tematici: la posizione dell’Uomo nel Cosmo, i racconti dell’Antico Testamento e le figurazioni agiografiche ed apocalittiche. L’importanza del ciclo sta nella grande varietà di suggestioni, sia dal punto di vista iconografico che nell’esecuzione, che testimoniano della complessità del panorama pittorico duecentesco.

 

 

TUTTE QUESTE ( SOPRA ) BELLISSIME FOTO SONO DI QUESTO LINK :

 © Mauro Piergigli & Associazione Culturale Italia Medievale

http://www.medioevo.org/artemedievale/Pages/Lazio/CattedralediAnagni.html

 

 

 

 

UN’IMMAGINE DELLA CRIPTA — video dopo l’immagine- —

 

 

cripta anagni

 

 

 

Ciociaria Land of Emotions – 11ma puntata: La Cattedrale di Anagni – la Cripta e l’Oratorio. — 2017 —

DOPO VENT’ANNI DI RESTAURO– 29 minuti

 

 

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

1 risposta a LA BELLISSIMA CATTEDRALE DI ANAGNI ( FROSINONE ) E IL VIDEO DELLA CRIPTA -” LA CAPPELLA SISTINA DEL MEDIOEVO ” – 29 minuti

  1. ueue scrive:

    Magnifica questa cattedrale, severa di fuori e piena di colori all’interno.

Rispondi a ueue Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.