Maya Plisetskaya è “Isadora” — balletto di Maurice Bejart / Argentina, 1978 — 19 minuti — – Musiche di Ludwig van Beethoven, Frédéric Chopin, Franz Schubert, Franz Liszt, Johannes Brahms, la Marseillaise. / segue una conversazione in spagnolo con la ballerina Maya Plisetskaya + varie

 

 

 

 

 

 

Plisetzkaja, Maja | BiblioLMC

Majja Michájlovna Pliséckaja (Mosca, 20 novembre 1925 – Monaco di Baviera, 2 maggio 2015)

è stata una ballerina sovietica, accreditata tra le maggiori danzatrici dell’era contemporanea.

Majja Pliseckaja nasce da un’illustre famiglia ebraica di artisti. Studiò a Barentsburg, nell’isola di Spitzbergen, la più grande delle Isole Svalbard in Norvegia, dove suo padre lavorava come ingegnere. Nel 1938, durante le terribili purghe staliniane, egli fu giustiziato mentre la madre Ra Messerer, un’attrice del cinema muto, fu deportata nel Kazakistan. Da quel momento, Majja fu adottata dalla zia materna, la ballerina Sulamith Messerer. Gli zii materni di Majja, Sulamith e Asaf, grazie al prestigio derivante dai loro meriti artistici come danzatori presso il teatro Bol’šoj, riuscirono poi ad ottenere la liberazione di Ra Messerer.

Majja studiò sotto la guida della grande ballerina della scuola imperiale di balletto Elizaveta Gerdt. Danzò per la prima volta al Teatro Bol’šoj a soli undici anni ne La Bella Addormentata. Nel 1943, si diplomò alla scuola coreografica e si unì al Balletto del Bol’šoj, con il quale danzò fino al 1990.

 Fu solo nel 1959 che il mondo poté assistere alle esibizioni di Majja Pliseckaja, e questo cambiò il mondo del balletto per sempre. 

da :

https://it.wikipedia.org/wiki/Majja_Michajlovna_Pliseckaja

 

Ballerina Maya Plisetskaya Husband Puppy Poodle Maya: редакционная стоковая фотография - стоковое изображение | Shutterstock

con il marito

 

 

 

 

Negli anni ottanta, Pliseckaja e Ščedrin ( Rodion Ščedrin, compiositore di musica classica, suo marito )  passarono molto tempo all’estero. A Roma la ballerina fu nominata direttore del Balletto del Teatro dell’Opera di Roma e a Madrid direttore del Balletto Nazionale spagnolo. All’età di 65 anni, si ritirò dal Bol’šoj come solista. Per il suo settantesimo compleanno debuttò in Ave Maja, un pezzo coreografico di Béjart espressamente creato per lei. 

NEL 2006

Kremlin.ru

 

 

 

 

Maurice Béjart (1927 - 2007)

Maurice Béjart, all’anagrafe Maurice-Jean Berger (Marsiglia, 1º gennaio 1927 – Losanna, 22 novembre 2007), è stato un danzatore e coreografo francese.

 Fedele ad un’idea di spettacolo globale, mescola l’universo musicale, lirico, teatrale e coreografico mettendo in evidenza le qualità individuali dei solisti, esigendo allo stesso tempo il massimo dai movimenti d’insieme.

Le tematiche affrontate dal Béjart sono spesso universali ed egli non esita a mettere in scena i grandi problemi dell’attualità, come l’AIDS o l’ecologia.

da :

https://it.wikipedia.org/wiki/Maurice_B%C3%A9jart

 

 

 

 

Isadora Duncan, "emblema della danza libera" - DANZA | di Elisabetta Testa

Angela Isadora Duncan (San Francisco, 27 maggio 1877 – Nizza, 14 settembre 1927) è stata una danzatrice statunitense, considerata una tra le più significative precorritrici della cosiddetta “danza moderna”, che contribuì ad avviare.

Fu educata allo spirito di libertà e d’indipendenza. Ebbe un’esistenza assai movimentata, trascorsa in gran parte sul suolo europeo, alternando i successi artistici a delusioni personali ed eventi luttuosi, tra cui la morte prematura dei due figli Deirdre e Patrick, che nel 1913, a 7 e 3 anni, annegarono tragicamente nelle acque della Senna assieme alla loro governante.

Fu una donna emancipata ed ebbe intense relazioni affettive, tra cui quella con l’attore e regista Edward Gordon Craig (dal quale ebbe la figlia Deirdre Beatrice Craig), quella con il facoltoso industriale Paris Eugene Singer, un figlio del fondatore della fabbrica di macchine da cucire Singer (dal loro rapporto nacque Patrick Augustus Singer) e quella con il poeta Sergej Esenin, diciotto anni più giovane di lei: lo conobbe nell’autunno del 1921 durante la permanenza in Russia, nello studio del pittore Georgij Jakulov e lo sposò il 2 maggio del 1922. La Duncan, però, conosceva solo una dozzina di parole russe ed Esenin non parlava alcuna lingua straniera: insieme girarono l’Europa e l’America, ma la loro burrascosa relazione finì l’anno successivo ed Esenin tornò in Russia (due anni dopo, nel dicembre 1925 Esenin morì suicida nell’hotel “Angleterre” di Leningrado).

 Nell’ultima tournée in America i critici non risparmiarono critiche impietose ai suoi capelli tinti e alla sua figura ormai appesantita. Tornata ancora una volta in Europa, si divise tra Nizza e Parigi, spesso ubriaca e con problemi economici.

La mia vita, Roma, Dino Audino, 2003.

 

DA :

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Isadora_Duncan

 

Isadora Duncan la madre della danza moderna ha vissuto intensamente

 

 

 

La storia d'amore tra il poeta Sergej Esenin e la ballerina Isadora Duncan

ISADORA DUNCAN E IL PORTA RUSSO SERGEJ ESENIN

 

 

 

Isadora Duncan - Biografia, informazioni, vita personale. Bambini Ayedor Duncan: come ha fatto il loro destino? Isadora Duncan Biografia Vita personale e morte

CON LE FIGLIE

 

 

 

Isadora Duncan: danza e biografia

 

 

 

Isadora Duncan

 

 

 

La doppia vita di Isadora Duncan fra le luci della ribalta della danza e il buio delle tragedie personali. – Otium pop

 

 

 

Frasi di Isadora Duncan - Frasi d'autore

 

 

 

 

shaman | Cherokee Billie's Blog | Isadora duncan, Dance photography, Dance

 

PINTEREST

 

 

 

 

 

 

Isadora1969.PNG

 

Isadora è un film del 1968 diretto da Karel Reisz, sulla vita della danzatrice Isadora Duncan.

È stato presentato in concorso al 22º Festival di Cannes, dove Vanessa Redgrave ha vinto il premio per la migliore interpretazione femminile.

 

 

TRAILER IN INGLESE — 1968

 

 

 

TRAILER IN FRANCESE

 

 

 

IL REGISTA. 

Karel Reisz

 

 

Karel Reisz (Ostrava, 21 luglio 1926 – Londra, 25 novembre 2002) è stato un regista e critico cinematografico cecoslovacco naturalizzato britannico, uno dei principali esponenti del Free Cinema degli anni cinquanta e sessanta, insieme a Lindsay Anderson e Tony Richardson.

DA :

https://it.wikipedia.org/wiki/Karel_Reisz

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

1 risposta a Maya Plisetskaya è “Isadora” — balletto di Maurice Bejart / Argentina, 1978 — 19 minuti — – Musiche di Ludwig van Beethoven, Frédéric Chopin, Franz Schubert, Franz Liszt, Johannes Brahms, la Marseillaise. / segue una conversazione in spagnolo con la ballerina Maya Plisetskaya + varie

  1. ueue scrive:

    Terribile, romantica, affascinante la storia di questi grandi personaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.