” …stringimi fra le braccia baciami / baciami a lungo baciami / più tardi sarà troppo tardi / la nostra vita è ora ..” — Jacques Prevert ++ Edith Piaf

 

 

Jacques PRÉVERT – Embrasse-moi

 

CANTA MERAVIGLIOSAMENTE EDITH PIAF

 

 

C’était dans un quartier de la ville lumière
Où il fait toujours noir où il n’y a jamais d’air
Et l’hiver comme l’été là c’est toujours l’hiver
Elle était dans l’escalier
Lui à côté d’elle elle à côté de lui
C’était la nuit
Ça sentait le souffre
Car on avait tué des punaises dans l’après-midi
Et elle lui disait
Ici il fait noir
Il n’y a pas d’air
L’hiver comme l’été c’est toujours l’hiver
Le soleil du bon dieu ne brill’ pas de notr’ côté
Il a bien trop à faire dans les riches quartiers
Serre-moi dans tes bras
Embrasse-moi
Embrasse-moi longtemps
Embrasse-moi
Plus tard il sera trop tard
Notre vie c’est maintenant
Ici on crèv’ de tout
De chaud et de froid
On gèle on étouffe
On n’a pas d’air
Si tu cessais de m’embrasser
Il me semble que j’mourais étouffée
T’as quinze ans j’en ai quinze
A nous deux on a trente
A trente ans on n’est plus des enfants
On a bien l’âge de travailler
On a bien celui de s’embrasser
Plus tard il sera trop tard
Notre vie c’est maintenant
Embrasse-moi !

 

 

 

 

 

TRADUZIONE
JACQUES PREVERT-BACIAMI

Era in un quartiere della città-luce,
dove fa sempre buio non c’è mai aria
e inverno come estate li’ fa sempre inverno
Lei era sulle scale
e lui accanto a lei e lei accanto a lui
era notte
c’era odore di zolfo
perché nel pomeriggio avevano ucciso le cimici
e lei diceva a lui
fa buio qui
non c’è aria
e inverno come estate fa sempre inverno qui
Il sole del buon Dio non brilla qui da noi
ha fin troppo da fare nei quartieri dei ricchi
stringimi fra le braccia
baciami
baciami a lungo
baciami
più tardi sarà troppo tardi
la nostra vita è ora
qui si crepa di tutto
dal caldo e poi dal freddo
si gela si soffoca
non c’è aria
se tu smettessi di baciarmi
credo che ne morrei soffocata
hai quindici anni ho quindici anni
insieme ne abbiamo trenta
a trent’anni non si è più giovani
si lavora
possiamo baciarci
più tardi sarà troppo tardi
la nostra vita è ora
baciami!

 

 

 

in famiglia, pronti per andare a vedere Hitler, appena arrivato a Roma, lei non va, troppe faccende!

 

 

le immagini da un film, bello, di Ettore Scola, 1977, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni–

 

 

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

2 risposte a ” …stringimi fra le braccia baciami / baciami a lungo baciami / più tardi sarà troppo tardi / la nostra vita è ora ..” — Jacques Prevert ++ Edith Piaf

  1. DONATELLA scrive:

    Abbracciarsi, nel bello e nel brutto, è tra le cose più umane che esistano. Ci si riconosce inermi di fronte ad una realtà molto dura, comunque, dove non ci sono certezze, tranne quell’abbraccio che ci comunica la nostra impotenza e l’unica nostra possibilità, quella di “volerci bene”.

  2. DONATELLA scrive:

    Il film “Una giornata particolare” ( secondo me un capolavoro assoluto di poesia) esprime quella solitudine disperata della persona ma anche una pietà e un amore profondo quando ci si “riconosce” reciprocamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.