ILARIA VENTURI, Giuseppe Valditara, chi è il ministro dell’Istruzione e del Merito del governo Meloni –REPUBBLICA DEL 21 OTTOBRE 2022

 

 

REPUBBLICA DEL 21 OTTOBRE 2022
https://www.repubblica.it/politica/2022/10/21/news/
giuseppe_valditara_ministro_istruzione_governo_meloni-371058691/

 

Giuseppe Valditara, chi è il ministro dell’Istruzione e del Merito del governo Meloni

Giuseppe ValditaraGiuseppe Valditara (ansa)

I prof lo temono perché si presenta con il biglietto da visita di “relatore della legge Gelmini” quando era senatore di An nel governo Berlusconi

 

Un ministro “sovranista” alla scuola, o meglio al ministero ridenominato “Istruzione e Merito”. Giuseppe Valditara, 61 anni, ex senatore di An (finiano) e leghista della prima ora: con Miglio, suo maestro, ha contribuito a scrivere la bozza di Costituzione federale della Lega. Milanese di origine – papà ex partigiano e mamma insegnante – liceale al Berchet, poi laureato in Giurisprudenza attualmente è docente di diritto romano all’Università di Torino. E dunque torinese d’adozione.


Studioso del federalismo, direttore di Logos, un progetto vicino alle posizioni della Lega e Noi con Salvini, e presidente del think tank nato durante il lockdown Lettera 150, suo

il libro “Sovranismo. Una speranza per la democrazia” e il più recente “L’Italia che vogliamo, (firmato con Alessandro Amadori e con la prefazione di Matteo Salvini), portato in tour dal segretario leghista, costituendo una sorta di programma del salvinismo: il “Manifesto della Lega per governare il Paese”, è il sottotitolo.

 

Il suo profilo è gradito a Fratelli d’Italia e corrisponde alla volontà della Lega di “riprendersi” la scuola dopo la parentesi di Marco Bussetti, che durante il governo Conte 1 nominò Valditara capo dipartimento per la Formazione superiore e la ricerca al Miur (Università e Istruzione erano insieme). Per lui, dunque, un ritorno a Viale Trastevere, ma stavolta da ministro.

Dopo gli esordi nel partito di Bossi, Valditara viene eletto senatore di An nel 2001 per tre legislature. Per An è responsabile del dipartimento Scuola e Università. Poi un passaggio in Fli, con Gianfranco Fini. Infine il riavvicinamento alla Lega di Salvini, di cui è tra i consiglieri più vicini. Prima ancora Valditara era stato vicepresidente della Commissione bicamerale per l’infanzia e, nel 2000-01 assessore provinciale all’Istruzione e all’Edilizia scolastica della Provincia di Milano. E nel 1998 aveva collaborato con Pinuccio Tatarella alla redazione di uno statuto di autonomia particolare per la regione Puglia.

I sindacati sono già pronti a presentare al neoministro tutti i nodi da affrontare sulla scuola, le emergenze: dal contratto da rinnovare al reclutamento dei precari e certo non lo seguiranno sull’ipotesi dell’autonomia differenziata in materia di istruzione.

Nel governo Berlusconi, con la ministra Gelmini, Valditara è stato relatore di maggioranza della riforma dell’Università, il dicastero che avrebbe preferito guidare. I prof lo temono perché si presenta con il biglietto da visita di “relatore della legge Gelmini” – in realtà si occupò della riforma del sistema accademico – i cui tagli effettuati dal ministro Tremonti rappresentano ancora una ferita per il mondo della scuola.

Dalla sua Valditara rivendica i percorsi abilitanti nel 2005 che portarono alla stabilizzazione di circa 60mila precari. Era il piano della ministra Moratti: azzerare in cinque anni il precariato storico. Non ci sono riusciti nemmeno i ministri successivi, è la prova che ora attende Valditara. Le sue prime parole da ministro? Affidate a un tweet: “Aver coniugato Istruzione e merito è un messaggio politico chiaro”.

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

2 risposte a ILARIA VENTURI, Giuseppe Valditara, chi è il ministro dell’Istruzione e del Merito del governo Meloni –REPUBBLICA DEL 21 OTTOBRE 2022

  1. Chiara Salvini scrive:

    chiara, mi chiedo come abbia fatto questo signore ad azzeccare tutte le mosse della sua formazione in funzione di questo governo, anche il padre ex- partigiano.. Sembra ” fabbricato ” da una ditta di consensi, quelle agenzie che seguono gli uomini politici come per es. è stato con Obama, in America, ma anche in Italia sarà così– chi avrà seguito la campagna elettorale della nostra presidente del consiglio ?

  2. DONATELLA scrive:

    Non è un caso che questa brava gente continui a massacrare la scuola, tagliando fondi, favorendo le scuole private, mettendo il numero chiuso a certe facoltà. Adesso abbiamo anche il merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.