FILM COMPLETO IN ITALIANO :: PINOCCHIO — DEL REGISTA E ANIMATORE GIULIANO CENCI DEL 1971 — RECENSIONE DI CARLO RAMBALDI, OSCAR PER GLI EFFETTI SPECIALI DI ” ALIEN “, / ” E.T. ” E / ” KING KONG ” .. durata : 1.28.12

 

 

000

 

 

 

Un burattino di nome Pinocchio.png

Geppetto e Pinocchio nel film Un burattino di nome Pinocchio (1972)

HypnoDisk – screenshot catturato da me

 

 

 

 

«Questo film è dedicato ai ragazzi di tutto il mondo, e a quegli adulti che dei ragazzi abbiano conservato la semplicità di cuore, il senso di giustizia e lo spirito di fraternità.»

(Dedica del regista presente nei titoli di coda)

 

 

Un burattino di nome Pinocchio

è un lungometraggio di animazione italiano del 1971 tratto dal romanzo Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi. È l’opera più nota dell’animatore e regista Giuliano Cenci, considerato dalla critica per talento e capacità organizzative il Walt Disney italiano, attraverso la quale egli volle creare una versione del capolavoro di Collodi quanto più possibile vicina al racconto originale.

Ispirato ai modelli classici di Attilio Mussino, al film d’animazione presero parte in qualità di consulenti per la riduzione cinematografica anche gli eredi di Carlo Collodi, i nipoti Mario e Antonio Lorenzini, che considerarono questa versione di Pinocchio l’unica ad aver rispecchiato perfettamente lo spirito collodiano.

 

Esportato in più di venti paesi nel mondo, Cenci vi impiegò oltre cinque anni di lavoro con un’equipe di oltre cinquanta fra artisti e tecnici specializzati.

 

 

 

Curiosità

  • Nel film sono presenti alcuni omaggi a opere d’arte presenti in Toscana. Infatti, in un’edicola votiva, c’è un’immagine della Madonna del Cardellino. Inoltre, quando la capanna che Pinocchio e Geppetto trovano usciti dal Pescecane si trasforma in casa lussuosa, la sua parete prende l’aspetto del soffitto della Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio.

 

 

In mostra le opere di Carlo Rambaldi, l'effettista che ci insegnò ...

Fondazione Culturale Carlo Rambaldi | 1976 – King Kong

Carlo Rambaldi (Vigarano Mainarda, 15 settembre 1925 – Lamezia Terme, 10 agosto 2012) è stato un effettista e artista italiano, noto a livello internazionale per le sue opere in campo cinematografico.

Ha vinto due Oscar ai migliori effetti speciali per Alien (1979) ed E.T. l’extra-terrestre (1982), oltre che l’Oscar Special Achievement Award per gli effetti visivi di King Kong (1976)

 

 

DA : 

Un burattino di nome Pinocchio

 

Recensione…diciamo così : di   CARLO RAMBALDI

 

Quanto a Pinocchio trovo che tutte le versioni cinematografiche, a partire da quella di Disney, non conservino lo spirito del personaggio di Carlo Collodi, con la sola eccezione dei disegni animati della famiglia Cenci. Del film me ne parlò all’epoca il mio amico Riccardo Paladini. Erano degli impiegati postali fiorentini che la sera dopo il lavoro tornavano a casa e costruivano il loro Pinocchio. E’ quello autentico: sembra quasi lo abbiano fatto avendo a disposizione lo stesso Collodi. Nel Pinocchio di Giuliano e Renzo Cenci si sente lo sforzo di rispettare fedelmente lo spirito dell’autore. Tutti gli altri hanno preteso di cambiare a modo loro personalizzandolo ma senza riuscirci. Il regista di cartoni animati Mario Verger, che da trent’anni si occupa di questo film, è ben riuscito ed evidenziare tutte le differenze e a riconoscerne appieno il valore.Il Pinocchio di Disney è quello di un bravissimo scultore, mentre il Geppetto di Collodi dice pressappoco: “voglio farmi un burattino che sappia ballare e saltare che mi faccia avere un pezzo di pane e un bicchiere di vino”. Il segreto di Pinocchio è dare l’idea che sia un burattino di legno non un bambino in carne e ossa. In un film che rispetti il testo di Collodi si deve sentire che chi ha costruito il burattino era un povero morto di fame. Si deve lasciare la parte primitiva del personaggio. Prendiamo ancora quello di Disney: Geppetto è un semplice falegname eppure confeziona a Pinocchio perfino un costume ricco di fronzoli.Sono innamorato di Collodi e mi viene una specie di rabbia ogni volta vedo un nuovo Pinocchio che rappresentano deformandolo e facendogli fare cose che nel racconto non sono mai esistite.Tutti i Pinocchio realizzati finora, sono tutti un tradimento a Collodi.Se oggi Collodi fosse vivo, sai quante cause avrebbe intentato anche contro Disney? Collodi fa apparire il grillo parlante in tre momenti molto rapidi, mentre invece nelle avventure della Disney il grillo parlante è il protagonista principale in tutta la storia con Pinocchio. Comencini lo stesso… E le versioni edulcorate non si contano… Esiste un Pinocchio autentico che sarebbe apprezzato dallo stesso Carlo Collodi?Credo – ancora oggi – che l’unico vero Pinocchio, fedele allo spirito collodiano, è stato realizzato solo dalla famiglia Cenci. Un gruppo di impiegati delle poste di Firenze che hanno realizzato ogni giorno dopo il lavoro un cartone animato indimenticabile. Tutti gli altri Pinocchio sono sbagliati.

Carlo Rambaldi

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *