RAINER MARIA RILKE, LETTERA AD UN GIOVANE POETA ( ADELPHI ) +++ QUALCHE FOTO + LETTURA DELLA LETTERA DI VALTER ZANARDI

 

 

Rilke qui con la moglie Clara a cui rimarrà sempre legato…

 

 

 

Rainer Maria Rilke

Lettere a un giovane poeta – Lettere a una giovane signora – Su Dio

Traduzione di Leone Traverso
Piccola Biblioteca Adelphi, 110
1980, 28ª ediz., pp. 141

 


Lou-Andreas Salomé nel 1907 a cui il poeta fu legato da passione e grande amicizia

 

 

Le Lettere a un giovane poeta furono realmente indirizzate da Rilke al giovane scrittore Kappus fra il 1903 e il 1908. Pubblicate postume nel 1929, si diffusero in breve tempo nei paesi di lingua tedesca come una specie di breviario – non tanto d’arte quanto di vita. Oggi, nella generale riscoperta di Rilke, ormai sfrondato di quegli omaggi sensibilistici che per molti avevano a lungo impedito l’accesso alla sua grande poesia, queste pagine tornano a essere una guida preziosa. Fin dalle prime righe, esse ci danno l’accordo che poi sentiremo risuonare in ogni parola di Rilke: «La maggior parte degli avvenimenti sono indicibili, si compiono in uno spazio che mai parola ha varcato, e più indicibili di tutto sono le opere d’arte, misteriose esistenze, la cui vita, accanto alla nostra che svanisce, perdura». Scrivere, per Rilke, era al tempo stesso un atto che poneva esigenze assolute, mutando la vita intera, e un oscuro processo biologico, una fermentazione delicata dove alla coscienza spettava soprattutto di stare in ascolto, esercitando un’ardua «passività attiva». E proprio in queste lettere Rilke ha saputo illustrare la sua «via» alla letteratura con le parole più precise e più dense. Unite a due altri brevi testi di carattere affine (le Lettere a una giovane signora e Su Dio), le Lettere a un giovane poeta vengono qui proposte nella celebrata versione di Leone Traverso, che fu uno dei primi e più felici interpreti di Rilke in Italia.

File:Rilke and Klossowska at Chateau Muzot 1923.jpg
Rilke and Klossowska at Chateau Muzot 1923

 

Elisabeth Dorothea Spiro, conosciuta come Baladine Klossowska o Klossowska (Breslavia1886 – 1969), è stata una pittrice polacca.

È stata la madre del pittore Balthus, dello scrittore Pierre Klossowski e fu l’ultima amante del poeta Rainer Maria Rilke. Nata a Breslavia, in Slesia (Wrocław in Polacco), discendeva da una famiglia di origine ebraica, suo padre, Abraham Beer Spiro, era un hazzan alla sinagoga della Cicogna bianca di Breslavia, che era emigrato dal quartiere Karelichy di Navahroudak (Governatorato di Minsk) a Breslavia nel 1873. La madre era Fanny Fajga Form. Si sposò con il pittore e storico dell’arte Erich Klossowski e la coppia si trasferì a Parigi, dove nacquero i loro figli: Pierre nel 1905 e Balthasar nel 1908. Elisabeth Spiro proseguì la sua carriera artistica con il nome di Baladine Klossowska, preferendo vivere in Francia dov’è rimasta per gran parte della sua vita

https://it.wikipedia.org/wiki/Baladine_Klossowska

 

 

Rilke with Lou Andreas-Salomé (1897) On the balcony of the summer house of the family Andreas near Munich. Left to right: Professor Andreas, August Endell, Rilke, and Lou Andreas-Salomé.

D’estate nella casa degli Andreas vicino a Monaco. Da sinistra a destra: il Prof. Andreas e August Endell, Rilke e Lou Andreas- Salomé ( 1897 )

 

 


Lou Andreas-Salomé nel 1897
Atelier Elvira

Lou von Salomé, anche nota come Lou Andreas-Salomé (San Pietroburgo12 febbraio 1861 – Gottinga5 febbraio 1937), è stata una scrittrice e psicoanalista tedesca di origine russa. Fu la giovane e affascinante russa che Friedrich Nietzsche conobbe nel 1882 e che probabilmente lo ispirò a creare le prime due parti della sua opera più importante: Così parlò Zarathustra.

Nel 1882 Friedrich Nietzsche, trentottenne, conobbe Lou Andreas Salomè, che all’epoca aveva solo 21 anni, e le propose immediatamente di costruire una piccola comune intellettuale, una specie di “trinità” filosofica tra lei, Nietzsche e l’amico d’entrambi Paul Rée, di 32 anni. Nietzsche, innamorato della “giovane e affascinante russa”, la chiese in sposa, ma lei rifiutò. Deluso nelle sue aspettative, ed entrato in una grande crisi depressiva, Nietzsche scrisse la prima parte del libro Così parlò Zarathustra.

La donna ebbe una lunga relazione sentimentale con il poeta Rainer Maria Rilke, elogiava particolarmente il padre della psicoanalisi Sigmund Freud ed era una profonda conoscitrice di IbsenTolstojTurgenevWagner, e varie altre personalità. Dopo aver avuto la sua prima esperienza sessuale col ventiduenne Rilke a 36 anni, scrisse un libro che divenne un vero best seller nei paesi europeiErotica. Si interessò molto di psicoanalisi, e rimase a lungo in contatto con i circoli psicoanalitici e alcuni dei più noti psicoanalisti dell’epoca (tra cui Sándor Ferenczi e Viktor Tausk, con cui ebbe una relazione sentimentale).

Per chi ama seguire la corrispondenza di autori famosi, esiste un libro assai interessante di Adelphi,

  • Triangolo di lettere. Carteggio di Friedrich Nietzsche, Lou von Salomé e Paul Rée, Milano, Adelphi, 1999.

Opere pubblicate in italiano di Lou Salome’:
https://it.wikipedia.org/wiki/Lou_von_Salom%C3%A9

 

 

 

 

VALTER ZANARDI LEGGE LA LETTERA DI RILKE– 8.16 minuti

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

1 risposta a RAINER MARIA RILKE, LETTERA AD UN GIOVANE POETA ( ADELPHI ) +++ QUALCHE FOTO + LETTURA DELLA LETTERA DI VALTER ZANARDI

  1. ueue scrive:

    Bellissima questa “Lettera ad un giovane poeta” che, come nel linguaggio poetico, riesce a dire l’essenziale in profondità e con partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.