+++ LUCA DE CAROLIS, COSA ROSSA : Bersani torna nel Pd: Schlein apre il “campo progressista”, IL FATTO QUOTIDIANO — 22 GENNAIO 2023

 

 

IL FATTO QUOTIDIANO — 22 GENNAIO 2023
https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2023/01/22/bersani-torna-nel-pd-schlein-apre-il-campo-progressista/6944259/?utm_content=fattoquotidiano&utm_medium=social&utm_campaign=
Echobox2021&utm_source=Twitter#Echobox=1674343202-2

“COSA ROSSA”

Bersani torna nel Pd: Schlein apre il “campo progressista”

DOPO LE PRIMARIE – Dal nome alla coalizione per spostare l’asse del nuovo Partito. Unire i puntini, ed eccolo il futuro del Pd a cui pensa Schlein

 

 

Tra le mure dell’Antonianum, in un gelido sabato romano, gli ex di Articolo Uno tornano nel Pd, come figlioli neppure troppo prodighi. Mentre la candidata che parla molto da sinistra, Elly Schlein, dal palco evoca il “campo progressista” e ripete un verbo, “allargare”. E a margine e dentro l’assemblea si discute sul cambio di nome al partito. Unire i puntini, ed eccolo il futuro del Pd a cui pensa Schlein. Un avvenire che potrebbe portare a un partito con un nome diverso, in una coalizione molto rossa: con i Cinque Stelle e varie anime della sinistra radicale, e ovviamente senza quel Matteo Renzi a cui ha già posto più volte il veto, proprio come lo ha ribadito giorni fa Giuseppe Conte (e il no, certo, vale anche per Carlo Calenda).

Può essere la rotta, per la deputata e tanti di coloro che le ruotano attorno. Partendo dai veterani di Art 1, prossimi a formalizzare il rientro. Schlein lo invocava e Roberto Speranza lo motiva così:

“Di fronte a questa destra l’unità non è una opzione ma una scelta politicamente e moralmente obbligatoria”. Finale auspicato da altri sostenitori della deputata come Giuseppe Provenzano e Andrea Orlando. Per arrivare a quel Nicola Zingaretti che presto si schiererà con lei.

Con maggiore o minore foga, pezzi di Pd raggrumati anche dal no “ai renziani che si vogliono riprendere il partito” come morde fuori microfono un maggiorente della mozione Schlein. E naturalmente il tramite per riuscirci sarebbe Stefano Bonaccini, ex renziano che per ora vuole tenere sullo stesso piano il M5S come Renzi e Calenda.

Anzi, un rimbrottino lo riserva solo ai 5Stelle: “Anche loro hanno perso: comincino a fare opposizione al governo Meloni, invece che al Pd”. Al presidente della Regione Emilia Romagna starebbe ancora bene il campo largo, quello con tutti dentro. Molto diverso dal campo progressista di Schlein. Perché basta cambiare un aggettivo per marcare una distanza. Anche se l’ex eurodeputata non fiata sulle alleanze. I suoi sanno che il favorito per umori e sondaggi resta Bonaccini. Così provano a lavorare gli avversari ai fianchi. Anche per questo Provenzano di buon mattino rilancia davanti alle telecamere: “Non ho proposto di cambiare il nome al Pd, quella è un’idea del sindaco di Bologna Matteo Lepore. Ho detto solo di far decidere gli iscritti, e mi ha colpito la reazione stizzita di alcuni candidati”. Ore dopo, dal palco, Bonaccini risponde con toni bellici: “Non facciamoci più trovare intrappolati in discussioni incomprensibili, come quelle sul nome e sul simbolo del Pd, che a me peraltro piacciono”. Replica a tutta la mozione Schlein, ma innanzitutto a Lepore, anche lui dalla parte della deputata.

 

È il sindaco, il teorico del “partito del lavoro”. Bonaccini gli aveva già contestato che sarebbe il caso di parlare di “lavori” piuttosto che di lavoro. E in settimana Lepore e Pier Luigi Bersani gli avevano controreplicato: “Ci siamo persi proprio per queste distinzioni, il lavoro dobbiamo unirlo”. Ieri Bonaccini ha riaccennato al tema. A conferma che la partita per il congresso è anche una sfida molto emiliana. Con il governatore che quelli di Art 1 li ha riaccolti così: “Grazie di essere tornati, ma la costituente deve riportare dentro milioni di persone o sarà poca cosa”. Saluti ai compagni Bersani e Speranza.

 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

1 risposta a +++ LUCA DE CAROLIS, COSA ROSSA : Bersani torna nel Pd: Schlein apre il “campo progressista”, IL FATTO QUOTIDIANO — 22 GENNAIO 2023

  1. DONATELLA scrive:

    Mi fa piacere che Bersani torni nel PD. Tutto il resto è affidato agli dei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.