24 ottobre 2012 ore 07:21 Per chi non sa come me: leggete solo il pezzo ingrandito…è una cosa estremamente interessante che si ipotizza già da molti anni, forse oggi la sperimentazione sa qualcosa di più, dovrei documentarmi…

La depressione come disfunzione del sistema immunitario ( 2010 )

 

 


Lo stress cronico, dando avvio a variazioni dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e del sistema immunitario, agisce come un innesco per l’ansia e la depressione.  

 

Sia le prove sperimentali che cliniche mostrano che un aumento delle concentrazioni di citochine proinfiammatorie e di glucocorticoidi, come avviene in situazioni di stress cronico e nella depressione, contribuisce ai cambiamenti comportamentali associati alla depressione.

Un deficit della funzione serotoninergica è associato a ipercortisolemia e a un aumento delle citochine proinfiammatorie che accompagnano la depressione.

I glucocorticoidi e le citochine proinfiammatorie migliorano la conversione del triptofano in chinurenina. Oltre alla conseguente diminuzione della sintesi di serotonina cerebrale, questo porta alla formazione di neurotossine come l’Acido quinolinico, agonista del glutammato, e contribuisce ad aumentare l’apoptosi di astrociti, oligodendroglia e neuroni.

L’ipotesi dell’origine infiammatoria della depressione potrebbe portare a una nuova generazione di antidepressivi, farmaci psicotropi con un’azione anti-infiammatoria centrale. ( Xagena2010 )

Leonard BE, Curr Immunol Rev 2010; 6: 205-212

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *