SUPER-LUNA ! STANOTTE LA LUNA PIENA E’ PIU’ VICINA ALLA TERRA ! GODETEVELA IN PACE E GODURIA!

 

 

Risultati immagini per SUPERLUNA LA NOTTE DEL 3 DICEMBRE 2017 IMMAGINE?

Risultati immagini per SUPERLUNA LA NOTTE DEL 3 DICEMBRE 2017 IMMAGINE?

Immagine correlata

Immagine correlata

Immagine correlata

Immagine correlata

 

Immagine correlata

Immagine correlata

Immagine correlata

Risultati immagini per SUPERLUNA LA NOTTE DEL 3 DICEMBRE 2017 IMMAGINE?

 

Nella notte del 3 dicembre arriva la super Luna

 

 

 

2 risposte a SUPER-LUNA ! STANOTTE LA LUNA PIENA E’ PIU’ VICINA ALLA TERRA ! GODETEVELA IN PACE E GODURIA!

  1. Donatella scrive:

    Che belle foto! Sono incantevoli!

  2. roberto rododendro scrive:

    si, belle foto, splendida luna.
    e, sotto questa meravigliosa luna, ti piazzo la ballata n° 5 ( tranquilla, a sette ci fermiamo…) direi, molto più …l’aggettivo lo lascio a te, a me viene “romantica” ma non mi piace.

    Ballata n° 5

    Roma non ci sei
    Roma è svanita

    – a Campo de’ Fiori la notte
    andavamo a braccetto per quattro
    cantando e scansando bancarelle e passanti
    con allegre e sonanti risate –

    e la bianca Colomba del monumento agli ignoti
    caduti che cadono ancora
    inorriditi
    anche il lindo baraccone non c’è
    col suo grande casino di auto tonanti
    dai Fori al Colosseo

    tutto è finito

    Tu Roma non ci sei
    cammino le tue strade e non ti vedo
    le tue chiese le trapasso
    non mi fermano più
    neppure i platani del lungotevere
    o i tramonti che trafiggevano il cuore
    dal giardino degli aranci

    Ti sei tradita in metropoli lombarda
    senza navigli col grigio Tevere infangato

    Roma non ci sei e noi con te

    E’ così che mi trovo
    coi miei umori di fango sparsi sul selciato
    coi miei dolori
    di finto santo trafitto sul simulato costato
    d’inattendibile uomo che sospetta di essere
    in un deserto di anime in motorini rombanti
    di politici santi a braccia aperte
    pronti a spiccare voli per cieli di piombo

    in un deserto di lattine colorate
    di borse di nylon ondeggianti
    come nuvole dai mille colori
    di cacche di cane di topi voraci

    Io t’ho scacciata Roma distratta
    così distratta da non esserci più
    tu Roma distrutta
    da non esserci mai stata

    E con lei anche te t’ho scacciata
    mia sola speranza
    unica voce che sentiva

    con la mia voce ti ho assordata
    perchè le tue tette erano dolci
    ma i tuoi capezzoli trafiggevano
    il filo sottile
    che mi dava sembianze di anima

    perchè i tuoi peli arricciati sul pube
    scioglievano le mie tenerezze
    davano brame alla vita che tu mi mostravi

    ma di vita non c’era che un riso
    di scherno di noia di attesa

    O d’amore?

    D’amore scacciato e negato perchè
    le nostre due vite si sono incontrate
    su file parallele oramai sfilacciate
    su storie logore e disilluse
    ritorte senza speranza
    sulle loro speranze fallite

    La vita ci ha evitato
    con Roma incantata con Roma disfatta
    con Roma sognata con Roma distratta
    E me ne vado a braccetto
    allegro andante ma non troppo
    con questa Roma senile dimentica di sé
    fra gente che mi urta e trapassa

    Larve di fanciulle pronte a volare in farfalle
    non mi danno fremiti né gemiti
    conto i miei anni alla rovescia aspettando
    senza ansia né gioia

    La vita e l’amore mi sfiora
    e svìolo lentamente nel grigio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *