L’ORTO BOTANICO DI FIRENZE, CHIAMATO ” IL GIARDINO DEI SEMPLICI ” PERCHE’ NATO PER PIANTE MEDICINALI NEL 1545, PER VOLERE DI COSIMO I, DISEGNATO DA NICCOLO’ TRIBOLO…PIU’ DI 450 ANNI DI STORIA…

 

 

Mappa di: Giardino dei Semplici

 

Via Pier Antonio Micheli, 3, 50121 Firenze FI—Giardino dei Semplici, Indirizzo–APRE  MARTEDI’ ALLE 10

 

Il Giardino dei Semplici di Firenze è una sezione del museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze.

«Un Luogo Pubblico, dove… si coltivassero le piante native di climi e paesi differentissimi, affinché i giovini Studenti, le potessero in breve spazio di luogo, con facilità e prestezza imparare a riconoscere.»
(Luca Ghini1543 – frase citata sulla medaglia commemorativa per i 460 anni dalla fondazione del Giardino dei Semplici)

 

Risultati immagini per FIRENZE ORTO BOTANICO?

Fin dal medioevo i “semplici” (varietà vegetali con virtù medicamentose) si coltivavano in vari orti cittadini[1]. Inizialmente aveva il nome di Horto dei semplici. Il primo orto botanico del mondo occidentale sorse Salerno, ad opera di Matteo Silvatico, insigne medico della Scuola salernitana tra il tredicesimo ed il quattordicesimo secolo. Egli si distinse come profondo conoscitore di piante per la produzione di medicamenti. Di Matteo Silvatico è il Liber cibalis et medicinalis Pandectarum, preziosa raccolta di informazioni sui semplici, cioè sulle piante che venivano utilizzate per la produzione di medicamenti.

Nei Giardini della Minerva vennero, per la prima volta, coltivate e classificate una grande quantità di piante ed erbe, per studiarne a scopo scientifico le proprietà terapeutiche e medicamentose. Qui veniva svolta una vera e propria attività didattica per mostrare agli allievi della Scuola Medica le piante con il loro nome e le loro caratteristiche. Il sito è dotato di un particolare microclima, favorito dalla scarsa incidenza dei venti di tramontana e dalla favorevole esposizione, che ancora oggi permette la coltivazione o addirittura la propagazione spontanea di specie vegetali esigenti in fatto di umidità e calore.

Documenti storici confermano che questo giardino fu il primo Orto botanico d’Europa per la coltivazione e raccolta dei semplici, vegetali a scopo terapeutico. La particolare tipologia di disegno e uso della vegetazione è stata poi ripresa anche nei successivi orti botanici di Padova, Pisa, Firenze, Pavia e Bologna.

 

Veduta panoramica del Giardino dei Semplici di Firenze—I, Sailko

 

Immagine correlata

 

 

Nel XVI secolo intensificandosi l’interesse per lo studio del mondo naturale, il duca Cosimo I de’ Medici volle un orto accademico per integrare le lezioni degli studenti della facoltà di medicina. La data ufficiale di fondazione può essere fissata il 1º dicembre 1545, data del contratto di affitto stipulato con delle suore domenicane che cedettero un loro pezzo di terreno situato in località “Cafaggio”, vicino alle stalle medicee di Michelozzo (oggi nell’Istituto Geografico Militare).

L’orto fiorentino può essere considerato il terzo più antico al mondo dopo l’Orto botanico di Pisa e l’Orto botanico di Padova.

Fu disegnato da Niccolò Tribolo e la scelta delle piante e la loro sistemazione fu curata da Luca Ghini.

 

 

Risultati immagini per FIRENZE ORTO BOTANICO?

 

Risultati immagini per FIRENZE ORTO BOTANICO " GIARDINO DEI SEMPLICI "

 

Una delle serre in muratura—I, Sailko

Immagine correlata

 

Antica planimetria dell’orto—tato grasso – Opera propria

 

Immagine correlata

 

L’HORTUS BOTANICUS


 Non poteva mancare un riferimento al giardino o orto botanico (hortus botanicus), di cui abbiamo testimonianze fin dai tempi dell’antico Egitto di Tutmosi III. 

Il potere curativo e le proprietà salutari di certe piante sono sempre state materia di cultura popolare.

Nel Medioevo e nel Rinascimento italiano si diffonde sia la coltivazione di piante medicinali in apposite aree del giardino (Horti sanitatis) sia lo studio e la trattastiche sulle loro proprietà e il loro utilizzo, e la nascita degli orti botanici in vari città italiane ed europee e presso le prime università – l’Orto Vaticano di Roma (1447), l’Orto Echtiano di Colonia (1490), l’Orto botanico di Pisa (1544), l’Orto botanico di Padova (1545), l’Orto botanico di Firenze (1545) e quello di Bologna (1567).

 

 

Hortus conclusus

 

L’HORTUS CONCLUSUS


È il tipico giardino medievale, nato nei monasteri dove veniva utilizzato per la coltivazione di piante alimentari e medicinali. Chiuso da quattro alte mura, sempre più spesso con una fontana al centro (simbolo di Cristo e fonte della vita), divenne rapidamente simbolo del paradiso perduto.

Risultati immagini per HORTUS CONCLUSUS NELLE MINIATURE?

 

Dal Cantico dei Cantici (4, 12) possiamo leggere: “Hortus conclusus soror mea, sponsa, hortus conclusus, fons signatus” («Giardino chiuso tu sei, sorella mia, sposa, giardino chiuso, fontana sigillata»).

 

Risultati immagini per HORTUS CONCLUSUS NELLE MINIATURE?

 

Risultati immagini per HORTUS CONCLUSUS NELLE MINIATURE?

 

 

Nei grandi monasteri la struttura dell’hortus conclusus riprendeva le prescrizioni della Regola di San Benedetto da Norcia, dettata dal monaco nel 534 d.C.: una zona dedicata agli orti (horti), una dedicata ai frutteti (pomaria), i giardini con alberi (viridaria) e infine una parte dedicata alle erbe officinali (herbaria).

 

Risultati immagini per HORTUS CONCLUSUS NELLE MINIATURE?

 

Nel tardo medievo, all’interno degli orti cominciano a comparire i primi segni del mutamento di sensibilità nella società del tempo, dei quali abbiamo testimonianza dai codici miniati: dame e cavalieri fanno la comparsa in questi primi giardini e godono dell’amor cortese.

 

Immagine correlata

 

Il simbolismo originario che vuole l’hortus conclusus simbolo della sposa, della Chiesa e della Vergine Maria, trova le sue piante simboliche nella coltivazione delle rose (simbolo della Vergine e del sangue divino), del giglio (la purezza), della palma (giustizia e gloria).

Risultati immagini per HORTUS CONCLUSUS NELLE MINIATURE?

 

 

 

 

La montagnola, parte del Giardino dei Semplici di Firenze–photo taken by Ilaria Camprincoli

 

 Laghetto del Giardino dei Semplici di Firenze; piante di loto a riposo (Nelumbo nucifera)—photo taken by Ilaria Camprincoli

 

Giardino dei semplici, quercus suber—I, Sailko

 

Fiore di Cycas, pianta conservata in serra nel Giardino dei Semplici di Firenze–

Cycas revolutaphoto taken by Ilaria Camprincoli

Cydonia oblongatato grasso – Opera propria

photo RicciSpeziari~commonswiki presunto

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

un viale del Giardino

File:Taxodium mucronatum 01 by Line1.jpg

Taxodium mucronatum in Giardino dei Semplici di Firenze

Autore- Liné1

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

Museo di Storia naturale, Orto Botanico

Immagine correlata

Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze: viale delle Palme.

viale delle Palme

Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

Palme

Serra delle piante esotiche con l'esemplare di Amorphophallus titanum Becc. in fiore, Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

serra delle piante esotiche

Esemplare di Quercus suber L. (sughera), Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Quercus suber L. (sughera), Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Esemplare di Dasylirion nell'Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Dasylirion nell’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Esemplare di Colchicum autumnale nell'Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Colchicum autumnale nell’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Veduta della sezione delle piante esotiche nell'Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Veduta della sezione delle piante esotiche nell’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Esemplare di Quercus suber L. (sughera) nell'Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Quercus suber L. (sughera) nell’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Esemplare di Taxus baccata L. (tasso) piantato nel 1720 da Pier Antonio Micheli, Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Taxus baccata L. (tasso) piantato nel 1720 da Pier Antonio Micheli, Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Esemplare di Zelkova serrata Thunb. (olmo giapponese) nell'Orto Botanico "Giardino dei Semplici", Firenze.

Esemplare di Zelkova serrata Thunb. (olmo giapponese) nell’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Firenze.

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

tepidario orto botanico

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

Museo di Storia Naturale, Orto Botanico “Giardino dei Semplici”: La Serra Fredda

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

Risultati immagini per giardino dei semplici a firenze

orchidee

Immagine correlata

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *