DONATELLA ::: AMEDEO FENIELLO, L’ITALIA SOTTO IL SEGNO DEL LEONE, STORIA DELL’ITALIA MUSULMANA –LATERZA 2011 +++ MINIATURE MEDIOEVALI NOTEVOLI

 

 

 

 

Risultati immagini per Sotto il segno del leone. Storia dell'Italia musulmana Amedeo Feniello

 

copertina:Suonatori di flauto e tamburo presso la fontana di un palazzo” dettaglio della navata centrale del soffitto della Cappella Palatina di Palermo. Foto archivio Franco Cosimo Panini Editore, © Fondo Edifici di Culto-Ministero dell’Interno. Pugnale ottomano. Foto © SSPL/Getty Images

 

Sotto il segno del leone. Storia dell’Italia musulmana

Amedeo Feniello

Editore:Laterza
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 1 giugno 2011
Pagine: 305 p., ill. , Rilegato
22 euro, prezzo pieno

Esistono storie, nella lunga vicenda italiana, che si fa fatica a raccontare. Che restano nascoste, sepolte quasi dall’oblio. I lunghi secoli della presenza musulmana nella Penisola è una di queste storie. Più di quattrocento anni, dall’inizio del IX secolo al 1300: materia poco interessante, dominio quasi assoluto di uno sparuto gruppo di specialisti. Eppure, si tratta di un tempo particolare. Un’epoca in cui gran parte della Penisola è più Oriente che Occidente, più Africa ed Asia che Europa, estrema propaggine, civilizzata ed evoluta, di un mondo che, tutto intero, andava da Cordova alla rive del Gange. Un’Italia per molti versi scomoda, dove tante generazioni vissero e pregarono lo stesso Dio da orizzonti diversi. Un mondo che questo libro cerca di recuperare, con una narrazione che abbraccia un orizzonte geografico che va dalla Sicilia alla Campania, passando per la Puglia e la Calabria, posto all’intersezione di culture, costumi, mentalità, credenze contrapposte, sempre in conflitto tra loro ma che, talvolta, convissero, alla ricerca di un comune equilibrio e di un rispettivo spazio di tolleranza e sopravvivenza. Amedeo Feniello traccia con scrittura brillante il profilo di un universo che non è Europa, ma qualcosa di diverso. Nel quale energia e sviluppo, intraprendenza e spirito di progresso arrivano dal mare, dalle coste contrapposte alla Penisola e non da nord, cioè dall’interno di un Continente che, a lungo, in questa storia, resta in pratica assente.

In breve

“La penisola italica è un molo naturale, un ponte e un’antica via di scorrimento tra Africa, Asia Minore ed Europa e ha generato nei secoli un’infinita vicenda di approdi, di razzie, d’insediamenti, di scontri e d’incontri. Amedeo Feniello racconta magistralmente come l’Italia, tra IX e XIV secolo, sia divenuta parte integrante d’un mondo di terra, d’acqua, di vele e di vento, dominato dalla presenza arabo-berbera. Storie di guerrieri, d’incursori, di principi, di mistici, di mercanti, di schiavi: dall’epica degli emiri e dei conquistatori normanni allo splendore delle corti di Ruggero e di Federico fino alla tragedia dei musulmani di Lucera.” Franco Cardini

«Fantastico e concreto: questo è il sogno musulmano della Sicilia. Isola che, a toccarla, a percorrerla, in quella tarda primavera dell’827, quando comincia la conquista, è la terra che i musulmani desiderano e si aspettano. Tutt’altro che in abbandono, ancora vigoroso granaio dell’impero bizantino. Profondamente grecizzata, ricca di monasteri e di cultura. Una società vitale, ancora urbanizzata, con una importante capitale, Siracusa, dove siedono i principali quadri amministrativi e il rappresentante del patriarca greco, il vescovo. Terra di immigrazione dai diversi punti caldi del Mediterraneo, dove il commercio marcia e si possono incontrare persone di nazionalità ed etnie diverse, dalle orientali a quelle dell’Italia meridionale».

 

 

 

Ascolta la puntata del 25/06/2011 della trasmissione “La storia e la memoria” di Radio24 dedicata al libro.
Ascolta la puntata del 29/06/2011 della trasmissione “Fahrenheit” di Radio3 dedicata al libro

 

 

Risultati immagini per Italia musulmana medioevo immagini?

 

Risultati immagini per Italia musulmana medioevo immagini?

 

 

Risultati immagini per Italia musulmana medioevo immagini?

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

Immagine correlata

 

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

 

 

Gli arabi nel Lazio nei secoli nono e decimo

 

 

 

 

di Daniele Mascitelli e Giuseppe Cossuto.

1. Le prime incursioni
2. L’insediamento del Garigliano
3. Le corrispondenze del papato
4. Bibliografia essenziale

 

 

continua nel link sopra:: by  ( APRI QUI ) • 

Condividi
Questa voce è stata pubblicata in GENERALE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.